background
logotype

Giovanni Campus

Giovanni Campus

Assistente Tai Chi Chuan

 

Il mio incontro col taichi è avvenuto tanti anni fa in India,al sorgere del sole.Rimasi affascinato a guardare due ragazzi che si muovevano lentamente ed armoniosamente: una folgorazione

Il percorso poi prosegue con gli insegnamenti di un ragazzo cintura nera di karate e poi in seno alla scuola ITCCA

Gli inizi costellati da”non ci riuscirò mai”…la difficoltà nel memorizzare un passo o una direzione….la perdita di stimoli e il cristallizzarsi dell'energia.Poi l'incontro col maestro Ding e il Maestro Wang Zhi Xiang :

una onda si allunga e mi travolge; la consapevolezza maggiore del mio corpo e dei miei limiti. Cominciare ad accettarli e non vedere tutto come una battaglia o un resistere ad ogni attacco esterno puntando i piedi come a non voler retrocedere di un millimetro….

Comincio a capire che l’unica cosa che è sicura è il CAMBIAMENTO : tutto cambia continuamente ed anche l’energia segue questa regola. Lascio perdere il mio spirito competitivo e l’agonismo che derivava dai miei trascorsi di cestista e inizio a cercare sensazioni sempre più profonde.  Inizio a capire che la vita non è una battaglia e che è molto importante smettere di pensare che una cosa non sia possibile perché non ci si crede : si deve solamente smettere di NON crederci

Col tempo do priorità al “sentire” piu che alla precisione del dettaglio ,del movimento o della forma : se questo qualche volta mi riesce….sono contento e come una onda cerco di fluire in essa e con essa…..